Viva la libertà , anzi libertega

C’era una volta un sito….

Adesso non c’è più perché ha scherzato troppo su argomenti religiosi…..
No, non è come pensate voi che hanno ucciso i gestori del sito perché si sono permessi di fare ironia su Maometto.
Hanno fatto ironia, non so quanto pesante, sulla religione italiana, ops, cattolica.

Per fortuna nessuno legge questo blog….

Costituzione della Repubblica italiana
Parte I – Principi Fondamentali
Articolo 8

Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge [cfr. artt. 19, 20].
Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l’ordinamento giuridico italiano.
I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze.

A sospettare si fà peccato, ma …

Il Cardinale invita i parroci a curare la diffusione di questa lettera nei modi che riterranno più opportuni

Carissimi fratelli e sorelle della Chiesa fiorentina,
una dolorosa prova si è abbattuta su tutti noi per la campagna scandalistica di stampa, scatenata contro il Vescovo Ausiliare Mons. Claudio Maniago sulla base di una testimonianza non solo sospetta e non controllata con alcuna verifica, ma del tutto inattendibile e inverosimile. Per me poi è semplicemente impossibile pensare che il mio primo collaboratore, ben conosciuto da oltre sei anni e grandemente apprezzato, si sia reso responsabile di un comportamento come quello di cui è stato accusato. Vi invito tutti a stringervi intorno a lui, per fargli sentire che la stima, di cui finora lo avete circondato, rimane inalterata, mentre si accresce l’affetto a motivo della sofferenza che ingiustamente gli è stata procurata.
Il fango gettato contro la persona del Vescovo Claudio imbratta anche l’immagine pubblica della Chiesa fiorentina e della Chiesa Cattolica nel suo insieme; semina sospetto e sfiducia; mira a compromettere la credibilità. Carissimi fratelli e sorelle, non lasciate che la vostra sofferenza diventi smarrimento. Reagite; siate fieri di appartenere alla Chiesa e manifestate la vostra fierezza! L’opinione pubblica si accorga che siamo feriti, ma non scoraggiati o intimiditi. Sia questa per noi l’occasione di confermare la nostra scelta di fede e di impegnarci a una maggiore coerenza di vita. Il volto della Chiesa fiorentina diventi più luminoso per la nostra testimonianza cristiana.
Vi raccomando in particolare di pregare spesso per la santificazione dei Sacerdoti e per le nuove vocazioni al sacerdozio e alla vita consacrata, senza omettere di ringraziare Dio per i tanti ottimi sacerdoti che ha dato finora alla nostra Chiesa. Vi esorto a invocare misericordia e conversione per chi non ha rispetto delle persone e non si cura della verità.
Sebbene sia collegato solo marginalmente all’attuale scandalo che riguarda il Vescovo Claudio, vorrei anche che non si dimenticasse la vicenda di don Lelio Cantini e si pregasse per il suo pieno ricupero spirituale e soprattutto per le vittime dei suoi abusi.
Concludo dicendovi ancora: abbiate fiducia! Grazia a voi e pace dal Signore Gesù Cristo che ha comandato ai venti e al mare in tempesta e che non abbandona mai la barca della sua Chiesa.
Firenze, 23 settembre 2007
+ Ennio Card. Antonelli

Se non frequentate le chiese forse non ne eravate a conoscenza, io che ho le mie spie all’interno del nemico 😉 cerco di informarvi. Ma forse è troppo lunga e non la leggerete, il riassunto è: «Armiamoci e partite».
Qunidi lo stato e la società civile dovrebbe reagire con un bel «Colpirne uno per educarne cento»

A parte le mie battute potete approfondire partendo da qui.

Crediamo a tutto

La notizia è del 29 settembre. Il monastero di Bisceglie è stato chiuso dal vescovo di Trani, la motivazione è che le 3 (tre) suore di clausura litigavano e l’atmosfera all’interno del monastero non era tale da garantire una serena vita monastica.

Non voglio entrare nel merito e discutere se sia stato un atto giusto, giustificato o meno. Di sicuro non è un atto onesto, come non lo è la quasi totalità degli atti compiuti dalla Chiesa cattolica.
Tenete d’occhio il monastero per un po’ di tempo (un po’ di tempo per la chiesa possono essere anche alcuni anni) e vederete che le suore non saranno sostituite da altre suore meno litigiose, non saranno sostituite da frati onesti e neppure da preti pedofili in pensione.

Io credo che diventerà una struttura d’accoglienza, una qualunque cosa che farà incassare alla povera chiesa un po’ di soldi poiché sprecare i soldi del 7 per mille per un monastero sostanzialmente vuoto quando in Africa fanno la fame non è proprio da buoni cristiani…..

Calderoli e maiale

Oggi il buon Calderoli se ne è venuto fuori proprio con una battuta simpatica. La proposta di far pisciare un maiale (lui stesso?) sul terreno dove verrà edificata una moschea così da sconsacrare il terreno e impedirne la costruzione. Quello che a me stupirebbe sarebbe se veramente la moschea non venisse costruita, questo dimostrerebbe che in fondo Calderoli ha ragione….
Ma per fortuna sembra che gli islamici, almeno quelli che in Italia si sono occupati della questione, non siano così deficienti come l’ex ministro delle riforme. Riporto un estratto da Il Corrire:
Ci deve essere rimasto proprio male quando sia il portavoce dell’Ucoii, Ezzedin Elzir, sia il responsabile del comitato promotore della nuova moschea di Bologna, Radwan Altoungi, sia infine il sedicente imam della moschea napoletana di Piazza Mercato, il convertito Yasin Gentile, hanno sostenuto che anche se Calderoli dovesse portare non uno, ma 50 maiali per urinare su quel terreno, la moschea si costruirà ugualmente perché è sufficiente lavarlo con l’acqua.

Un breve inciso:
se maiale (m.s.) non dà così tanto fastidio all’Islam, maiale (f.p.) quanto dà fastidio al Cattolicesimo?